PREMIO AACS DI ROMA 2014

Sedicesima edizione

Premio Aacs di Roma 2014

Il “seme” come atomo generatore di impegno sociale e culturale e una attenzione particolare a chi si è mobilitato per diffondere conoscenza, cultura, bellezza, legalità, rispetto e dignità dell’individuo, in particolare tra le giovani generazioni, cittadini del domani. E’ stato questo il filo conduttore dell’edizione 2014 del Premio Aacs di Roma.

Il Premio nasce come un riconoscimento per l’azione di coloro che nel corso dei dodici mesi precedenti si sono distinti con “gesti” generosi e coraggiosi che vanno ad arricchire la società civile e che si ispirano ai valori-cardine che orientano da sempre l’AACS.

La cerimonia della premiazione 2014 si è svolta nella Sala ex-Consiglio Nazionale del MiBACT, il Ministero per i Beni le Attività culturali e il Turismo in via del Collegio Romano, gentilmente concessa dal Ministro Dario Franceschini.

Il riconoscimento è stato assegnato a:
-Padre MARK HAYDU, missionario, intellettuale e studioso raffinato, per la sua capacità di promozione e coinvolgimento in grado di avvicinare alla bellezza e all’inestimabile patrimonio culturale laici e credenti che giungono nella Città Eterna da tutto il mondo;

-Il professpr SALVATORE GIULIANO, Preside dell’IISS Majorana di Brindisi per il Progetto Book in Progress, un modello di modernizzazione sostenibile della scuola, realizzato attraverso l’uso di tecnologie e strumenti di ultima generazione e significative riduzioni dei costi sostenuti dalle famiglie per gli studi dei propri figli.

Per la sezione “CUORE di ROMA”, il premio è stato attribuito a MELITA CAVALLO, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Roma, organo che ha privilegiato la tutela dei minori con decisioni coraggiose, connotate da grande tratto umano e ispirate ad un alto senso della civiltà giuridica del nostro Paese.
A consegnare questo speciale riconoscimento, la famiglia dell’avvocato Emilio Conte, il cui impegno nel Foro di Roma ha ispirato il “Cuore di Roma” e Massimo Vallati diCalciosocialeda un decennio attivo per promuovere, attraverso il gioco del calcio inteso come metafora della vita, i valori dell’accoglienza, del rispetto delle diversità, la corretta crescita della persona e un sano rapporto con la società.
Un momento quest’ultimo di altissimo valore simbolico e intensa partecipazione dei presenti, a sottolineare quanto siano profondamente radicati in larga parte della società civile romana i valori fondanti della Costituzione e un forte messaggio di orgoglio cittadino ed etica che viene proprio da un’Associazione di residenti del cuore di Roma, in un tempo di grande appannamento dell’immagine della città, ricca invece di energie sane e forze vive e vitali, oltre che di patrimonio culturale e storico.

Ogni anno, poi, nell’ambito del Premio AACS, la Commissione Europea in Italia assegna un proprio riconoscimento ad uno dei premiati e per questa edizione è andato al professor Giuliano.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto conferire al Premio Aacs una propria targa di rappresentanza, inviando un messaggio di saluto per “l’importante appuntamento per la città di Roma in nome dei principi fondamentali del corretto vivere civile”. Anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha voluto inviare un proprio saluto ai premiati e ai partecipanti della sedicesima edizione.

Madrina della manifestazione è stata l’attrice Cecilia Dazzi, voce narrante della cerimonia, presentata da Elisabetta Grande di Radio Rai. Prima di ogni premiazione, una serie di brevi introduzioni sono sono state svolte da Filippo Nanni di RaiNews 24, il professor Enzo Nocifora della facoltà di Sociologia della Sapienza per il preside Giuliano, l’archeologa Francesca Dell’Era e la restauratrice Silvia Ghia per padre Haydu. A Paolo Fallai del Corriere della Sera è stato affidato il comment conclusive della premiazione.

Il Premio AACS si svolge con il patrocinio della Commissione Europea-Rappresentanza in Italia, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, dell’ANCI-Associazione Nazionale dei Comuni italiani, della Regione Lazio, di Roma Capitale, del Municipio Roma  Centro Storico e grazie al sostegno di Advenia, Cam, Fondazione di Liegro, In Più Broker, Saba, Università e-Campus.