PREMIO AACS DI ROMA 2013

Quindicesima edizione

Premio Aacs di Roma 2013

Padre Fabrizio VallettiValerio Neri di Save The Children Italia,  il Comandante Pellegrino e l’azienda Alessi. Al loro impegno generoso e alle loro attività che richiedono spesso anche capacità di intuizione e di adattamento, è andato il Premio Aacs 2013. La cerimonia si è svolta nella sala Santa Marta in piazza del Collegio Romano, con una grande partecipazione di pubblico, tra Soci, abitanti, amici dell’Aacs, rappresentanti istituzionali. Molti anche i bambini: la loro è stata una presenza attiva, tra gioco e partecipazione alla cerimonia, come quando hanno consegnato le targhe ai premiati.

Speciali e importanti le motivazioni che spiegano la scelta compiuta per questa edizione da Aacs. Padre Fabrizio Valletti, gesuita, lavora nell’ancora difficile realtà di Scampia e qui cerca di portare semi di futuro e di vita nuova, attraverso la formazione al lavoro e al pensiero. L’azienda Alessi, storico marchio italiano che lungo tutta la sua storia ha raccolto attorno alla produzione di prodotti per la casa i migliori designer italiani e stranieri, ha capovolto la geometria della cassa integrazione, alla quale sarebbe dovuta ricorrere, con una iniziativa a favore della comunità. Operai e dirigenti hanno impiegato parte delle ore di lavoro per contribuire alla realizzazione di progetti sociali utili al territorio e alla comunità di Alagna, dove l’azienda ha sede.

Catia Pellegrino è una giovane donna al comando. Di una nave e di settanta uomini, i componenti dell’equipaggio della Libra, imbarcazione della Marina Militare. Il tenente di vascello Pellegrino è la prima donna, nella storia delle Forze Armate italiane, a comandare una nave militare. Il suo solido curriculum elenca esperienze maturate nelle acque del Mediterraneo e qui si è trovata lo scorso autunno a confrontarsi con la tragedia dei migranti a Lampedusa. La sua nave è stata tra le prime a poter intervenire per prestare soccorsi ai naufraghi.

E l’isola di Lampedusa con il suo carico recente di dolore torna anche nell’esperienza di Save The Children Italia, guidata da Valerio Neri che nell’edizione del Premio Aacs 2013 ha ricevuto il “Cuore di Roma”. Neri no ha potuto partecipare, ma ha voluto comunque essere presente, con un gesto di grande attenzione, attraverso un video realizzato proprio per la cerimonia del Premio.
Nel 2013, Save the Children Italia ha lanciato l’Allarme Infanzia sulle condizioni di migliaia di bambini del nostro Paese in stato di povertà e con difficoltà di accesso all’istruzione. Una campagna per chiedere alla istituzioni interventi adeguati e seri per i cittadini più piccoli che sono il nostro futuro e che meritano attenzione e tutela dei diritti. La tempestività nell’intervenire quando ci sono tragedie che toccano i più piccoli si è confermata anche a Lampedusa, dove tra le altre iniziative importanti di assistenza e sostegno è stato aperto uno spazio a misura di bambino a disposizione dei bimbi migranti e lampedusani. Lo stesso che Aacs ha deciso di sostenere con la distribuzione del Calendario 2014, presentato proprio nel corso della cerimonia. Protagonisti sono questa volta, nelle foto e nei disegni, gli artigiani di Roma.

I profili e le biografie dei premiati sono stati introdotti anche per questa edizione da tre giornalisti di tv e quotidiani: Filippo Nanni di RaiNews 24 ha raccontato la storia di Padre Valletti, mentre Maurizio Piccirilli de Il Tempo ha tratteggiato la densa biografia, nonostante la giovane età, del Tenente di Vascello Cata Pellegrino. Paolo Fallai del Corriere della Sera ha presentato l’attività di Valerio Neri per Save The Children, ripercorrendo poi con la consueta ironia lieve, ma senza scampo, l’impegno di Aacs nell’ultimo anno. 
A presentare l’iniziativa dell’azienda Alessi è stata invece il presidente della Fondazione Adriano Olivetti, Laura Olivetti, che ha poi consegnato il Premio Aacs 2013 a Nicoletta Alessi.

Hanno partecipato all’edizione di quest’anno anche l’assessore capitolino al Sostegno Sociale Rita Cutini, il Vice Capo di Gabinetto del Sindaco Raffaella Matarazzo, il presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi. Anche quest’anno, poi, l’Aacs ha ritrovato la presenza di Elisabetta Grande di RadioRai chiamata a presentare e coordinare le diverse fasi della cerimonia. Insieme con lei, per la prima volta al Premio Aacs, la giornalista del Tg2 Frediana Biasutti, volto emergente dell’informazione Rai. Ancora ad una giornalista della Rai, Rossella Santilli della TgR, è stato affidato il compito di conoscere meglio e più da vicino i premiati attraverso le sue brevi interviste.