PREMIO AACS DI ROMA 2005

Settima edizione

Premio Aacs di Roma 2005

Nella VII edizione, anno 2005, l’AACS di Roma assegna il Premio al coraggio ed alla volontà di chi aiuta gli altri con la generosa disponibilità della propria professione a favore dei meno fortunati del mondo e a chi, attraverso l’insegnamento, trasmette il senso di appartenenza al territorio in cui si vive e il rispetto per la conservazione della sua memoria.

Nel corso della cerimonia nella Sala ex-Chiesa di Santa Marta, a piazza del Collegio Romano, il premio 2005 viene assegnato a Giovanni Antonio Senni, medico chirurgo impegnato nell’ospedale romano del C.T.O., per la sua opera di volontariato in Sierra Leone, dove ha scelto di contribuire all’impegno dell’Associazione Emergency nella struttura sanitaria di Goderich. Qui ha svolto la sua attività di chirurgo, salvando e dando speranza a bambini, uomini e donne umiliati da una guerra che li ha lasciati con mutilazioni e patologie, ingigantite dalla povertà.

Francesco Totti, capitano della Roma, viene premiato per il suo impegno costante e discreto verso coloro che nella società non godono del benessere o vivono le difficoltà dei diversamente abili. Con particolare sensibilità, avvicinando chi è più sfortunato, Totti è pronto a portare un sorriso e alleviare sofferenze, lontano dal clamore e lontano dal chiassoso mondo della pubblicità, esprimendo qualità che lo fanno apprezzare, al di là delle sue straordinarie qualità di campione sportivo.

Gli alunni e le insegnanti dell’Istituto comprensivo E.Q.Visconti – plesso Gianturco, nell’anno scolastico 2004/2005 hanno elaborato e realizzato un progetto mirato alla conoscenza del Centro e dei suoi beni monumentali e architettonici, scoprendo in particolare il territorio che vivono quotidianamente intorno al Pantheon. Il loro impegno rappresenta una speranza per il futuro del Centro storico e il Premio Aacs 2005 vuole sottolinea anche la qualità del loro lavoro. L’impegno di un intero anno scolastico ha trovato poi espressione in una mostra all’interno dell’istituto scolastico di via della Palombella, un modo per condividere con tutti noi la scoperta di una memoria capace di trovare sempre nuove radici. 
I

l riconoscimento speciale “Cuore di Roma” intitolato all’Avvocato Emilio Conte in questa edizione 2005 va a Nicola Calipari, calabrese di nascita, romano d’adozione, per molti anni residente nel Centro Storico. Funzionario di Polizia prima, Alto Dirigente del Sismi dopo, con il suo silenzioso lavoro, il suo coraggio e il suo estremo sacrificio ha consegnato all’Italia un esempio non retorico di fedeltà allo Stato, di valore delle Istituzioni, di grande senso di solidarietà verso gli altri, di amore incondizionato verso il prossimo.